Osservatorio Permanente sui Giovani e l'Alcool

A+ A A-

Alcol e Guida

L’assunzione di alcol, anche in modesti quantitativi, prima di mettersi alla guida di un veicolo, compromette le funzioni psicofisiche del conducente, stante il venir meno di quella concentrazione e rapidità di riflessi sulle performance di guida. Tale effetto è computato dalla legge manifestarsi a partire da una alcolemia di 0,5g/L, limite al di sotto della quale è lecito condurre un veicolo (fatto salvo il caso di alcune categorie “particolari” di conducenti per cui vale tolleranza zero). Tale soglia è in linea con la maggioranza delle norme adottate nei principali Paesi Europei.

In Italia la guida in stato di ebbrezza è sanzionata dagli articoli 186 e 186 bis del Codice della strada (D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285), recentemente novellati per effetto di:

  1. Decreto Legge 23 Maggio 2008, n. 92, recante Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e convertito in legge dal c.d. Pacchetto sicurezza - Legge 24 Luglio 2008, n. 125 -, che ha introdotto sanzioni più severe per la guida in stato di ebbrezza, fino a prevedere la confisca del veicolo
  2. Legge 29 Luglio 2010, n. 120, recante Disposizioni in materia di sicurezza stradale, la quale ha modificato molti articoli del Codice della strada e ha introdotto il nuovo articolo 186 bis contenente una disciplina ad hoc per conducenti “particolari”.

L’art. 186 così come modificato dalla Legge 120/10 prevede sanzioni specificatamente modulate in base al tasso di alcolemia riscontrato nel conducente sorpreso al volante in stato di ebbrezza. Nei casi più gravi la sanzione è accompagnata da provvedimenti sulla patente e/o da decurtazione di punti.

 

Conducenti “comuni”

Valore alcolemia

Sanzione minima
in euro

Sospensione
patente per mesi

Punti
decurtati

Arresto
per mesi

Conseguenze
su veicolo

  1. 0,5
  2. 0,8
 

Sanzione amministrativa da 527 a 2.108 euro

da 3  a  6

10

-

-

  1. 0,8
  2. 1,5
 

Ammenda da 800 a 3.200 euro

da 6 a 12 mesi

10

Fino a 6 mesi

-

oltre 1,5

Ammenda da 1.500 a 6000 euro

da 12 a 24 mesi – revocata in caso di recidiva nel biennio

10

da 6 a 12 mesi

Sequestro per confisca

 

L’art. 186 bis prevede apposite sanzioni per i conducenti “particolari”, vale a dire per i conducenti di età inferiore ai 21 anni, per i neo-patentati, ovvero coloro che hanno conseguito la patente B negli ultimi tre anni, e per chi esercita professionalmente attività di trasporto di persone o cose (taxi, autocarri, …)

                    
  

Conducenti “particolari” 

  
  

Valore alcolemia

  
  

Sanzione minima in euro

  

           Sospensione

               patente

 

   Decurtazione

         punti

     Arresto 

    Conseguenze

      sul veicolo

     

-

5

-

-

da 0,5

   

da 4 a 8 mesi

10

-

-

da 0,8

 

Ammenda 1.066,67

da 8 a 18 mesi

10

Fino a 9 mesi

-

oltre 1,5

 

Ammenda 2.000,00

da 16 a 36 mesi

10

da 8 a 18

 

 

 

Conformemente a quanto previsto dalla Legge 15 Luglio 2009, n. 94, le sanzioni sono aumentate:

  • di 1/3 per le violazioni commesse tra le 22.00 e le 7.00
  • da 1/3 alla metà se commesse tra le 22.00 e le 7.00 dai conducenti “particolari”


La legge prevede che il conducente possa essere sottoposto ad accertamento alcolimetrico attraverso l'etilometro, che misura la quantità di alcol contenuta nell'aria espirata. L'esame viene ripetuto due volte a distanza di 5 minuti l'una dall'altra. Chi, senza giustificato motivo, rifiuta di sottoporsi al controllo etilometrico commette un illecito che prevede la stessa sanzione applicabile a chi guida con un tasso alcolemico superiore a 1,5 gr/l, vale a dire:

- Ammenda tra 1.500 e 6.000 euro e arresto da 6 mesi ad 1 anno; sanzione minima di 2.000 euro per i "conducenti particolari"

- Sospensionepatente da 1 a 2 anni per i conducenti comuni e da 8 a 18 mesi per i "conducenti particolari"

- Fermo amministrativo del veicolo 180 giorni se il veicolo appartiene alla stessa persona responsabile dell'illecito

- Decurtazione di 10 punti dalla patente

 

La sospensione della patente di guida consiste nella privazione temporanea della sua validità. Laddove la patente venga sospesa per guida sotto l'effetto di alcolici o per rifiuto di sottoporsi all’alcoltest - per effetto di ordinanza emessa dal Prefetto territorialmente competente entro 15 giorni dall’invio della patente stessa da parte dell’agente che ha accertato la violazione del Codice della Strada -, l’interessato sarà tenuto a sottoporsi a visita medica presso una delle Commissioni Mediche Provinciali Patenti di Guida al fine della sua restituzione. La Commissione, al termine di una serie di esami ematici e delle urine volti a monitorare il consumo di alcolici, potrà rilasciare il c.d. certificato di idoneità alla guida, senza il quale il Prefetto non potrà provvedere alla restituzione della patente. Tra le tecniche impiegate, il test CDT (Desialo-Transferrina) risulta essere quello più attendibile come test singolo, con una specificità del 95% . Esso è in grado di identificare un consumo ripetuto e abbastanza consistente negli ultimi 15 giorni. Esistono poi altri parametri, utili soprattutto per stabilire se uno stato di ebbrezza è da attribuirsi ad un consumo isolato, occasionale, o continuato, come i test riferiti a Gamma-GT, Volume Globulare Medio, Transaminasi, Etil-glicuronide e Etilsolfato, Esteri etilici degli acidi grassi.

 

La revoca della patente di guida consiste in un provvedimento di annullamento permanente della sua efficacia e validità. La patente viene revocata e, pertanto, contestualmente ritirata e trasmessa entro 10 giorni al Prefetto nei casi in cui:

  • il conducente commetta più violazioni con tasso superiore a 1,5 g/l nel corso di un biennio ex art. 186 o nel corso di un triennio nel caso di conducente particolare ex art. 186 bis
  • il conducente di un mezzo pesante (autobus, autocarro, autoarticolato) abbia un tasso superiore a 1,5 g/l
  • il conducente con tasso superiore a 1,5 g/l provochi un incidente stradale
  • in caso di rifiuto, se il conducente sia già stato condannato per un altro rifiuto nei due anni precedenti

Chi abbia avuto la patente revocata non può più riottenerla, ma potrà sottoporsi nuovamente, dopo almeno un anno dalla data esecutiva del provvedimento di revoca, all'esame di abilitazione alla guida per conseguirne una nuova.

Purchè non appartenga a persona estranea al reato, il veicolo viene sottoposto a confisca obbligatoria quando il tasso rilevato è superiore a 1,5 gr/l oppure quando il conducente rifiuta di sottoporsi all'alcoltest.

 

Con Decreto del 30 luglio 2008 dei Ministeri del Lavoro, Salute e Politiche Sociali è stato introdotto l’obbligo per i titolari e ai gestori dei locali in cui si vendono o somministrano bevande alcoliche di affiggere all’entrata, all’interno e all’uscita dei locali delle tabelle per il calcolo del tasso di concentrazione di alcol nel sangue o alcolemia. Le tabelle, previste dalla Legge 2 Ottobre 2007, n. 160 sono finalizzate ad informare i frequentatori dei locali sugli effetti del consumo delle diverse quantità e tipologie di bevande alcoliche, per prevenire i danni alcolcorrelati ed in particolare gli incidenti stradali. Esse devono contenere la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell'aria alveolare espirata ed indicare le quantità delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico legale (0,5 g/l). L'inosservanza delle disposizioni comporta la sanzione di chiusura del locale da sette a trenta giorni, secondo la valutazione dell'autorità competente.

Italiani e Alcool

italiani

Progetto Scuole

scuola

Pubblicazioni recenti

 

copertina ugolini

EVENTI

GLOSSARIO

NEWSLETTER

Contatta l'Osservatorio

Viale Pasteur 10 – 00144 Roma
+39 065903723

Osservatorio Permanente sui Giovani e l'Alcool - Tutti i diritti riservati - Powered by Digital Sense

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Cookie Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information